.
Annunci online

  golem L' uomo di fango resta in piedi
 
Derive
 




magnifica protesi
La magnifica protesi: luogo post umano dove si esprime l' avatar bitser Scarfiotti. Il protagonista del libro "Le vostre miserie, il mio splendore". 


Ascolta le puntate: la voce ritorna. Tutti i giorni dalle 8.30 alle 9.00 su Radio24. Per intervenire il numero verde 800281111 


Self forum melogmane: niente web agency, nè operation, nè venditori di banner. Anche lo zoppo stia fuori dalle palle! 


Il Golem Scomparso: il gremio dalla nera bandiera cerca ambasciatrici in tutto il mondo (anche ambasciatori via...) chi vuol sognare scriva golem.scomparso@gmail.com


Derive: cronache scritte, girovagando o stando fermo, da Gianluca Nicoletti per LA STAMPA


Area provvisoria: per ora stiamo qui, chi voglia segnalare il suo blog sappia che avrà regale considerazione.


Lapidi di cartone: parvenze d' esistenza in cui ci siamo imbattuti nel recente passato.



Linea gialla: per cogliere il senso dell' infinita linea gialla che ognuno di noi trova ai confini del proprio territorio interiore.

 


17 gennaio 2006

Genitori cattivelli

 

Da circa tre mesi una campagna abbastanza insistente pubblicizza in rete il sito dell’ associazione Famiglia Italiana. Un’ organizzazione  formata da genitori  che si dichiarano “afflitti e umiliati della decisione dei propri figli di essere omosessuali”. Tutti assolutamente  ostili e intransigenti nei confronti della diversità sessuale: “una condizione del tutto immorale, che necessita di essere corretta.” Il movimento, tra l’ altro, promuove concrete campagne di protesta, la più singolare  si chiama “Abbasso Zapatero”, è indetta per boicottare  in Italia il filmetto  “Reinas”, del regista spagnolo Manuel Gomez Pereira. Una commedia leggera, sullo stile di Almodovar, dove si racconta la burrascosa vigilia del matrimonio  di tre giovani coppie omosessuali assieme ai rispettivi genitori. Il tema fa  scattare la rappresaglia di Famiglia Italiana: “oltre a spingere i giovani a seguire modelli fuorvianti, offende e minimizza le sofferenze derivanti dal conflitto familiare.” Nel sito cominciano quindi ad apparire e prove fotografche delle loro ”azioni”, molto adolescenziali in realtà, l’ imbrattamento dei cartelloni del film con scritte spry del tipo “Zapatero porco!” e similia. Forse bastava questo per sollevare qualche dubbio. Come è possibile che genitori di ragazzzi, che per lo meno avranno un età media di  venti anni, si possano produrre in  esercizi così funambolici. Difficile per un adulto di mezza età l’ arrampicata su un traliccio di qualche metro con una bomboletta di vernice in mano.  Ad ogni buon conto si son fatti una bella fama di “clerico-fascisti” o “razzisti” o ancor peggio. Un po’ ovunque in rete, ma soprattutto nelle centinaia di messaggi che sono arrivati al loro sito e che loro hanno pubblicato, rispondendo pure a qualcuno. Si legge anche la protesa garbata  di Paola Dall'Orto; scrive a nome di un’ altra associazione realmente esistente dal 1993,  l’A.GE.D.O. (Associazione di Genitori Di Omosessuali). La signora chiede un incontro con un responsabile di Famiglia Italiana essendo per lei, alla lettura del loro sito: “assurdo che più genitori possano volere il male dei propri figli cercando di "guarirli" dalla loro omosessualità, con la proposta di un percorso di vita ben più doloroso e insostenibile di contro alle malvessazioni della società.”

Forse si sarebbero tutti risparmiati tempo e mal di fegato se avessero semplicemente controllato su Register.it chi fosse il titolare del sito. L’ infomazione è gratuita e a disposizione di chiunque. L’indirizzo web: www.famigliaitaliana.org risulta registrato 17-Nov-2005 a nome del romano Daniele Movarelli. Una rapida ricerca e si arriva alla soluzione; una scheda lo definisce: “Organizzatore dell'Illegal Art Show. E’ l'artista eterosessuale più considerato dalla comunità gay. Ha esposto al Centre Pompidou e attualmente collabora con www.guerrigliamarketing.it e con l'Università La Sapienza, preferendo i primi alla seconda.”

Già Guerriglia Marketing, ancora una volta si è mosso il gruppo di guastatori mediatici. Per loro il gioco è proprio a creare eventi  fittizi, vengono messi in circolo con strategie virali fino a che approdano ai mezzi di comunicazione “ufficiali” come giornali o televisione. A loro si deve la notizia-bufala del bolg dei Ratzinger Boys, come quella del sito su cui era possibile scommettere sul luogo di un possibile prossimo attacco terroristico,  o la storia più recente che voleva gruppi neonazisti olandasi, responsabili di recenti attacchi a scuole musulmane e moschee, ormai identificati con la marca di abbigliamento  Lonsdale. Era sempre tutto falso, ma sempre tutto è passato per notizia vera. Anche gli omofobi genitori di figli gay non esistono…Per lo meno in quel sito.

(Gianluca Nicoletti LA STAMPA 16 gennaio 2006) 

ps del 18gen2006 ore 19.00: jl giorno dopo l' uscita del pezzo il sito è scomparso!




permalink | inviato da il 17/1/2006 alle 17:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

sfoglia     ottobre       
 

 rubriche

Diario
Fangosi pensieri
Golemania post mortem
Toon river
Derive
Melog

 autore

Ultime cose
Il mio profilo

 link

Cammellini della memoria
morbus terribilis
necrophilia
oldhacker
Malo
Lattugo
Sergio Maistrello
racoon
plurale
pastaaltonno
ilpaesechenoncè
Giustina
chiaroscuro
Bambini tristi
NELLA MIA TOMBA
Feroce Saladino
Calma
Alogeno
Retrofuturisti
polygen
tvtribe
politicablo
blogeko
parolina
tvboomerang
italiatv
tvblog
struzzotv
bookcafè
attentialcine
tubocattolico
daveblog
news24(non rai!!!)
parolina
telecamere
realityblog

Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0

Feed ATOM di questo blog Atom